ATTO REP.29100/17491 NOTAIO CUOCO
STATUTO
Art. 1 DENOMINAZIONE
È costituita l'Organizzazione denominata:
"ORGANIZZAZIONE DI CATEGORIA
ARTISTICO-CULTURALE UNIRE NELL'ARTE".
La suddetta Organizzazione è libera, apolitica e senza scopo di lucro ed è regolata
dalle norme del codice civile nonché dal presente Statuto.


Art. 2 SEDE
L'Organizzazione ha sede legale in Milano.
Gli amministratori hanno facoltà di trasferire la sede sociale nell'ambito del Comune
sopra indicato, previo avviso da inviare a tutti i Soci a mezzo Posta Elettronica
Certificata (PEC) 15 (quindici) giorni prima del cambio della sede.
Spetta invece ai Soci deliberare l'istituzione di sedi secondarie od il trasferimento
della sede in un Comune diverso da quello sopra indicato.
Queste ultime delibere, in quanto modifiche statutarie, rientrano nella competenza
dell'Assemblea dei Soci.


Art. 3 LE ATTIVITÀ E DURATA DELL’ORGANIZZAZIONE
La durata dell’Organizzazione è illimitata.
L'Organizzazione evidenzia le proprie attività nella creazione, organizzazione, realizzazione
e gestione (nazionale ed internazionale) delle attività principali svolte direttamente
dall'Organizzazione, qui in seguito elencate:
a) attività artistiche e/o culturali mirate alla divulgazione culturale, tra cui: rappresentazioni
artistiche, mostre, concerti, rappresentazioni teatrali, festival, eventi culturali,
esposizioni, spettacoli, conversazioni-concerti, spettacoli-concerti, presentazioni
(anche editoriali e/o multimediali);
b) attività di ricerca nell'ambito artistico-culturale: ricerca, scoperta e promozione di
nuovi talenti ignoti e/o emergenti, delle arti visive e arti performative, comprendendo
inoltre in tale ricerca la scoperta e promozione dei nuovi e/o emergenti esponenti
della cultura contemporanea;
c) attività di formazione e perfezionamento artistico-culturale: masterclass, workshop,
seminari, laboratori di ricerca e formazione artistica e/o culturale;
d) attività di divulgazione nell'ambito sociale dedicate alla valorizzazione della categoria
artistico-culturale, tra cui: convegni, pubblici dibattiti, conferenze, presentazioni
pubbliche e/o multimediali degli esponenti della cultura e/o degli artisti, attraverso
interviste, presentazioni di loro opere, creazioni, esibizioni, happening, performance,
comunicazioni e pubblicazioni dei loro reportage, articoli, saggi, monografie,
libri ed altri scritti editoriali, comprese le attività di collaborazione con gli editori
per la promozione degli artisti e degli esponenti della cultura contemporanea;
e) attività di collaborazione con gli Enti ed Istituzioni internazionali: organizzazione,
realizzazione e coordinamento di corsi di perfezionamento e/o di scambio di allievi-
studenti tra le Accademie di Belle Arti, Licei musicali, Conservatori di musica,
Università (anche oltre alle facoltà umanistiche ad indirizzo artistico), comprese
tutte le attività aggiuntive richieste da questi Enti e/o Istituzioni a sostegno e/o facilitazione
di collaborazione diretta tra le sopracitate istituzioni e/o Enti internazionali
per la formazione;
f) concorsi internazionali di: esecuzione musicale, canto lirico, composizione, recitazione,
pittura, scultura, arti figurative, arti performative, poesia, scrittura contemporanea,
fotografia, arti grafiche, danza classica e/o contemporanea;
g) eventi di arti visive e/o arti performative , propedeutici all'avvicinamento e alla
pratica delle varie discipline artistiche dedicati a persone diversamente abili, compresa
la scoperta e promozione degli artisti ed esponenti della cultura diversamente
abili;
h) attività di tutela e di comprensione dei diritti nel campo lavorativo della categoria
artistico-culturale: seminari e corsi di formazione sui diritti lavorativi degli artisti e
degli esponenti della cultura (con giuristi, avvocati ed insegnanti di diritto), compresa
la collaborazione con le organizzazioni sindacali operanti nel settore lavorativo
artistico-culturale.
i) attività di preparazione e stesura delle proposte di Legge, come da Art. 71 della
Costituzione Italiana, compresa la successiva raccolta di firme per il deposito di tali
proposte di Legge al Parlamento;
l) attività di divulgazione e promozione dell'arte e della cultura Italiana all'estero nell'organizzazione,
realizzazione e gestione dei: festival, conferenze, eventi culturali,
mostre, concerti, rappresentazioni artistiche e/o teatrali, masterclass, convegni culturali
e/o artistici, presentazioni (anche editoriali);
m) attività di sensibilizzazione, promozione e divulgazione nell'ambito sociale dei
valori universali della Costituzione Italiana, che comunicano ad esempio l'importanza
di: Pace e giustizia (Art. 11 della Costituzione), doveri della solidarietà (Art. 2
della Costituzione), Pari dignità sociale, dell'Eguaglianza dei cittadini (Art. 3 della
Costituzione), diritto al lavoro, della comune partecipazione al progresso materiale
o spirituale della società (Art. 4 della Costituzione);
Tutti gli altri Valori della Costituzione Italiana promossi, spiegati e divulgati dagli
esponenti della cultura, giuristi, avvocati ed insegnanti di diritto nelle: conferenze,
presentazioni, comunicazioni e saggi (anche editoriali);
n) attività della promozione e divulgazione della cultura e dell'arte degli altri paesi
in Italia nell'organizzazione, realizzazione e gestione diretta dei: festival, conferenze,
eventi culturali, mostre, concerti, rappresentazioni artistiche e/o teatrali, masterclass,
convegni culturali e/o artistici e presentazioni (anche editoriali);
o) attività legate al portale/sito web internazionale artistico-culturale di Unione degli
artisti e degli esponenti della cultura contemporanea di importanza sociale, i
quali promuovono (nelle loro opere, creazioni, scritti, pubblicazioni, esibizioni e
performance) il messaggio Positivo rivolto a tutte le età e nazionalità per la Pace,
l'eguaglianza e la solidarietà.
Questo portale/sito web internazionale sarà creato, organizzato, realizzato, gestito
ed aggiornato direttamente dall'Organizzazione in almeno tre lingue: italiano, russo
e inglese, che comprenderà le seguenti attività:
1) pubblicazione dei contenuti mirati alla diffusione e promozione diretta dell'arte e
della cultura a livello nazionale e internazionale;
2) ricerca, scoperta e promozione diretta nazionale ed internazionale dei nuovi ed emergenti
talenti nelle varie arti e nella cultura contemporanea;
3)promozione e pubblicazione diretta dei contenuti, articoli, saggi, interviste, monografie,
conferenze e pubblicazioni di vario genere degli emergenti esponenti della
cultura nel loro messaggio Positivo rivolto a tutte le età e nazionalità;
4)promozione e pubblicazione diretta di contenuti, opere, creazioni, esibizioni, happening,
performance, comunicazioni e pubblicazioni di reportage, articoli, saggi degli
artisti contemporanei che comunicano il messaggio Positivo rivolto a tutte le età
e nazionalità nella diffusione dell'Unione artistica e culturale;
5)sostegno diretto nella facilitazione di occupazione lavorativa diretta nell'ambito
artistico-culturale a livello nazionale ed internazionale, mirato all’inserimento lavorativo
diretto degli artisti e degli esponenti della cultura, compresa la raccolta diretta
e pubblicazione delle proposte lavorative da parte dei datori di lavoro, siano essi
persone fisiche o personalità giuridiche;
6)promozione e pubblicazione diretta dei contenuti e/o eventi di organizzazioni, enti,
persone fisiche o personalità giuridiche, che condividono i valori universali della
Costituzione Italiana e le finalità del presente Statuto, e collaborazione con essi;
7)agevolazione delle donazioni dirette e promozione dei mezzi di donazione diretta
a sostegno degli artisti e degli esponenti della cultura contemporanei;
8)comunicazione diretta nell’ambito artistico-culturale fra: artisti, esponenti della
cultura, appassionati d’arte e della cultura, diventando punto di riferimento e contatto
su internet per essi;
Per il raggiungimento delle finalità sociali l’"Organizzazione di categoria artistico-
culturale Unire nell'Arte" ha il diritto di promuovere nelle proprie attività gli artisti
ed esponenti della cultura che non fanno parte dell'Organizzazione in totale
coerenza con la propria missione sociale e le finalità istituzionali, ricordando gli
Art. 2, Art. 3, Art. 4, Art. 9, Art. 11, Art. 17, Art. 18 della Costituzione Italiana.
p)collaborazioni con enti, istituzioni, persone fisiche e/o personalità giuridiche nella
creazione, realizzazione e/o gestione delle ulteriori e/o nuove attività artistiche
e/o culturali aggiuntive comprese quelle che non sono citate nell'Art. 3 dell'attuale
statuto, dal momento che queste nuove/ulteriori attività aggiuntive saranno richieste
e/o proposte all'organizzazione nell'ambito di tali collaborazioni artistico - culturali.

 

Art. 4 LE FINALITÀ E SCOPI DELL’ORGANIZZAZIONE
L’"Organizzazione di categoria artistico-culturale Unire nell’Arte", impegnandosi
nelle proprie attività eseguite direttamente da essa, persegue finalità e scopi sociali
di seguito specificati:
1)promozione e diffusione della cultura e dell’arte in Italia e all’estero;
2)ricerca, scoperta e promozione diretta di nuovi ed emergenti talenti delle varie arti,
specializzazioni artistiche e degli esponenti della cultura contemporanea, in Italia e all’estero.
3) promozione e valorizzazione del perfezionamento nella formazione artistico-
culturale;
4) divulgazione dell’importanza dei valori universali della Costituzione Italiana;
5) promozione diretta degli artisti delle varie arti i quali esprimono nelle loro opere,
creazioni, esibizioni, happening, performance, comunicazioni e scritti il contenuto
"Positivo" e per tutte le età e nazionalità;
6) promozione dell’insegnamento artistico e culturale in Italia, riconosciuta dal mondo intero come “Patria delle Arti”;
7) valorizzazione dell’importanza della funzione Sociale della categoria artistico-
culturale anche tramite stesura e deposito al Parlamento delle proposte di Legge,
come da Art. 71 della Costituzione Italiana;
8) maggior comprensione ed approfondimento dei propri diritti nel campo lavorativo
artistico-culturale;
9)realizzazione dell’Unione artistico-culturale internazionale, che comprenderà gli
artisti di varie arti ed esponenti della cultura, che promuovono il messaggio "Positivo"
rivolto a tutte le età e nazionalità e comunicano l’importanza della Pace e
dell’Eguaglianza, valorizzando così la funzione Sociale dell'arte e della cultura;
10)sostegno nell'inserimento lavorativo diretto degli artisti e degli esponenti della
cultura e/o facilitazione di occupazione lavorativa diretta nell'ambito artistico-
culturale a livello nazionale ed internazionale;
11)promozione e divulgazione della cultura e dell’arte contemporanea degli altri
paesi in Italia, mirate all’avvicinamento, alla scoperta e alla conoscenza di esse comunicando
il messaggio di Pace, Eguaglianza e di Unione dell’Umanità senza confini;
12)rafforzamento dei legami artistico-culturali internazionali per gli artisti ed esponenti
della cultura italiani nell’Unione artistico-culturale internazionale, valorizzando
l’importanza della funzione Sociale dell'arte e della cultura nel benessere globale
e ravvivando così l'interesse verso l'arte contemporanea italiana e la cultura italiana
all'estero;
13)creazione, organizzazione e gestione diretta del portale/sito web internazionale
artistico-culturale di Unione degli artisti e degli esponenti della cultura di importanza
sociale, che l’Organizzazione gestisce in almeno tre lingue: italiano, russo e inglese,
che comprende nelle sue finalità:
a) pubblicazione dei contenuti mirati alla diffusione e promozione diretta dell'arte
e della cultura a livello nazionale e internazionale;
b) ricerca, scoperta e promozione diretta dei nuovi ed emergenti talenti nelle varie
arti e nella cultura contemporanea;
c) promozione e pubblicazione diretta di interviste, presentazioni, esibizioni, happening,
performance, comunicazioni e varie pubblicazioni dei nuovi ed emergenti esponenti
della cultura, compresi i loro reportage, articoli, saggi, monografie, libri
ed altri scritti (compresi editoriali) che comunicano il messaggio Positivo rivolto a
tutte le età e nazionalità;
d) promozione e pubblicazione diretta dei contenuti, opere, creazioni, esibizioni,
happening, performance, comunicazioni e pubblicazioni di reportage, articoli, saggi
e delle opere/creazioni degli artisti contemporanei, che comunicano il messaggio
Positivo rivolto a tutte le età e nazionalità nella diffusione dell'Unione artistica, culturale
ed umana;
e) facilitazione di occupazione lavorativa diretta e dell’inserimento lavorativo diretto
degli artisti e degli esponenti della cultura;
f) promozione e pubblicazione diretta dei contenuti e/o eventi di organizzazioni,
enti, persone fisiche e/o personalità giuridiche, che condividono i valori universali
della Costituzione Italiana e le finalità del presente Statuto, e collaborazione con essi;
g) agevolazione delle donazioni dirette e promozione degli strumenti di donazione
diretta a sostegno degli artisti e degli esponenti della cultura contemporanei;
h) punto di riferimento e comunicazione su internet per artisti, esponenti della cultura
e appassionati d’arte e di cultura contemporanea;
14) agevolazione dello scambio di esperienze e di competenze tra gli enti e/o istituzioni
internazionali per la formazione nell’ambito artistico-culturale;
15) promozione e valorizzazione sociale degli artisti ed esponenti della cultura diversamente
abili;
16) promozione e valorizzazione dell’eccellenza artistica dei nuovi ed emergenti talenti
delle varie arti nella premiazione e presentazione dei vincitori e dei premiati
nei concorsi, tenuti e/o promossi dall’Organizzazione.
17) valorizzazione, promozione e tutela della categoria artistico-culturale.
Per il raggiungimento delle proprie finalità sociali l’Organizzazione ha diritto di
promuovere e valorizzare gli artisti ed esponenti della cultura che non fanno parte
di essa, in totale coerenza con i principi fondamentali dell’Art. 2, Art. 3, Art. 4,
Art. 9, Art. 11, Art. 17, Art. 18 della Costituzione Italiana.
Con queste finalità sopracitate l’Organizzazione promuove la categoria artistico-
culturale, diventando così il canale diretto di diffusione e promozione dell'Unione
artistica e culturale in generale, e degli artisti contemporanei ed esponenti della
cultura internazionale nello specifico, valorizzando l’importanza della funzione sociale
degli artisti e degli esponenti della cultura nella comunicazione della Pace e
dell’Eguaglianza alla società.


Art. 5 SOCI
Il numero dei Soci è illimitato.
L’Organizzazione è dedicata alla tutela e promozione della categoria artistico-
culturale; per questo motivo sono ammessi a far parte dell’Organizzazione gli artisti
ed esponenti della cultura maggiorenni con le competenze e qualità artistiche
e/o culturali approvate e documentate, i quali comunicano il messaggio Positivo
per tutte le età e nazionalità nelle loro opere, creazioni, scritti, pubblicazioni e comunicazioni
rivolte al pubblico.
I Soci devono contribuire altruisticamente e generosamente alla realizzazione delle
finalità istituzionali, accettare e rispettare lo Statuto, i regolamenti interni e le delibere
degli organi associativi, condividere lo spirito pacifista di Unione artistica e
culturale, gli scopi e le finalità dell’Organizzazione e dedicare una parte del loro
tempo per il raggiungimento di essi.
L’Organizzazione si riserva la scelta degli artisti e/o degli esponenti della cultura
da promuovere senza dover specificare la motivazione del rifiuto.
Non saranno accettati gli artisti e/o esponenti della cultura che promuovono i contenuti
dubbi o contrari all'idea dichiaratamente pacifista dell'Organizzazione di Unione
dell'Umanità senza confini.
L’Organizzazione richiede dagli artisti ed esponenti della cultura che nelle loro opere,
creazioni, esibizioni, pubblicazioni, interviste, dichiarazioni di essi emerga il
messaggio Positivo rivolto a tutte le età e nazionalità, dando così l'accento sull'importanza
della funzione Sociale dell'Arte e della Cultura.
I Soci ammessi a far parte dell’Organizzazione sono obbligati a versare la minima
quota annuale associativa a partire dalla sua delibera dell’Assemblea del Consiglio
Direttivo, la quale non sarà rimborsabile in qualunque caso di cessazione del vincolo
associativo, e dovrà essere versata entro il 31 dicembre di ogni anno.
L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci
è il Consiglio Direttivo, il quale delibera, esclusivamente con il consenso unanime
prestato da tutti i suoi componenti, previa domanda scritta del richiedente in cui devono
essere indicate le generalità complete, precise competenze e qualità artistiche
e/o culturali specifiche approvate e documentate ed i motivi per i quali si chiede l’adesione
all’Organizzazione.
All’atto dell’ammissione il socio si impegna al rispetto dello Statuto, dei regolamenti
interni, al versamento della quota associativa obbligatoria e delle delibere emanate
dagli organi associativi, rilasciando inoltre il consenso al trattamento dei
propri dati personali, sensibili e particolari, ai sensi del GDPR 2018 (General Data
Protection Regulation) Regolamento Europeo n.679/2016 e successivi aggiornamenti
ad esso ai sensi della Legge.
Le attività istituzionali svolte dai soci a favore dell’Organizzazione, e per il raggiungimento
delle finalità sociali di essa, sono tutte svolte da essi a titolo di volontariato
e totalmente gratuite.
Non è ammessa la figura del socio temporaneo.
La qualifica di socio viene acquisita senza limiti temporali, fatto salvo il rispetto
dei doveri dei soci all’Art. 7.


Art. 6 DIRITTI DEI SOCI
Tutti i soci hanno diritto di voto per l’approvazione e le modifiche dello Statuto e
dei regolamenti, nonché per la nomina degli organi direttivi dell’Organizzazione.
Il diritto di voto non può essere escluso in nessun caso, con il diritto di delega scritta
ad altro socio dell’Organizzazione, firmata con specifica della data, luogo ed il
nome e cognome del delegato.
Per ogni associato è concesso di avere al massimo una sola delega di voto da parte
di un altro Socio.
Tutti i soci hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal
presente Statuto.
Ai soci può competere il rimborso delle spese effettivamente sostenute (giustificate
e documentate con ricevute fiscali) svolte per le attività, concretamente realizzate,
a favore dell’Organizzazione. Saranno rifiutate le richieste di rimborso difformi alle
normativi vigenti in materia fiscale senza alcun obbligo di giustificazione.
I Soci hanno il diritto di rilasciare la delega ad altro Socio dell’Organizzazione comunicandone
nome e cognome e specificando l’Assemblea (o più Assemblee) in
cui necessiterà del rilascio della delega all’Organizzazione via Posta Elettronica
Certificata (PEC), via telegramma postale alla sede dell’Organizzazione oppure
scrivendo e firmando la delega direttamente sul Libro delle Assemblee dei Soci.

 

Art. 7 DOVERI DEI SOCI
Tutti i soci sono tenuti a rispettare le norme del presente Statuto, dei regolamenti interni
e delle delibere emanate dagli organi associativi, e al pagamento della quota
annuale associativa obbligatoria.
Essendo l’Organizzazione che promuove divulgazione culturale ed artistica, lo spirito
della quale è l’Unione dell’Umanità senza confini, non sarà tollerato tra i soci o
verso gli altri nel contesto delle attività dell'Organizzazione, nessun comportamento
discriminatorio e/o che arrechi danno all’immagine dell’Organizzazione (come
ad esempio: comportamenti di superiorità, snobismo, razzismo e altre forme di discriminazione
o contrari allo spirito e/o ai valori dell’Organizzazione).
Tutti i soci artisti e/o esponenti della cultura devono rispettarsi, dimostrando solidarietà
nel senso più ampio e nobile del termine.
In caso di comportamento difforme, che rechi il pregiudizio e/o danno al patrimonio
dell’Organizzazione, il Consiglio Direttivo dovrà intervenire ed applicare le seguenti
sanzioni: richiamo, diffida ed espulsione dall’Organizzazione.
Il socio potrà essere espulso dall’Organizzazione nel caso in cui non collabori e/o
non partecipi attivamente ed altruisticamente alla realizzazione degli impegni stabiliti
dallo Statuto, dall’Assemblea dei soci e/o dalle delibere degli organi associativi,
oppure per altri gravi comportamenti che abbiano arrecato danno morale o materiale
all’Organizzazione stessa, e altresì al mancato versamento obbligatorio della quota
annuale associativa dal momento della delibera di tale quota dal Consiglio Direttivo.
L’espulsione del socio è proposta dal Consiglio Direttivo e approvata dall’Assemblea
dei soci che deve essere a tal fine convocata entro 60 (sessanta) giorni dalla
proposta di esclusione.
L’espulsione deve essere comunicata al socio escluso tramite Posta Elettronica Certificata
(PEC) o telegramma postale con l’indicazione delle motivazioni che hanno
dato luogo all’espulsione. L’espulsione ha effetto dall’Assemblea che l’ha approvata.
Contro ogni provvedimento di espulsione è ammesso ricorso al Presidente entro 30
(trenta) giorni.
Sul ricorso decide in via definitiva la prima Assemblea dei Soci.


Art. 8 PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO
E RECESSO DEL SOCIO

La qualità del Socio si perde in caso di decesso, recesso, o espulsione.
L’associato che contravviene ai doveri stabiliti dallo Statuto o alle decisioni deliberate
dagli organi sociali sarà escluso dall’Organizzazione.
La perdita di qualifica dell’associato è proposta dal Consiglio Direttivo ed approvata
dall’Assemblea dei Soci che dev’essere a tal fine convocata entro 60 (sessanta)
giorni dalla proposta di esclusione. L’espulsione deve essere comunicata al socio escluso
a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata) o telegramma postale con l’indicazione
delle motivazioni che hanno dato luogo all’espulsione.
L’espulsione ha effetto dall’Assemblea che l’ha approvata.
Il socio, inoltre, può recedere dall’Organizzazione mediante comunicazione scritta
da inviare al Presidente mediante PEC (Posta Elettronica Certificata) o telegramma postale.
Il recesso ha effetto immediato.
La dimissione del socio dall’Organizzazione è automatica al mancato rinnovo della
quota annuale associativa.
La quota annuale associativa obbligatoria, nel caso di decesso, recesso o espulsione,
non è rimborsabile in alcun caso.
I soci receduti o esclusi non hanno diritto alcuno sul patrimonio dell’Organizzazione.


Art. 9 IL PATRIMONIO, I MEZZI FINANZIARI E DIVIETO
DI DISTRIBUZIONE DEGLI UTILI

Il patrimonio dell’Organizzazione è costituito da tutti i beni e i valori che ad essa
pervengono.
I mezzi finanziari per il funzionamento dell’Organizzazione provengono:
*donazioni, che rappresentano la fonte principale della sostenibilità economica
dell’Organizzazione;
*da contributi, donazioni, lasciti in denaro o in natura provenienti da persone o enti
le cui finalità non siano in contrasto con gli scopi sociali dell’Organizzazione, che
possono essere anche non destinate ad incremento del patrimonio dell’Organizzazione;
*da rendite patrimoniali;
*rimborsi derivanti da convenzioni;
*mediante offerta di beni di modico valore e di servizi;
*dai beni, mobili o immobili, di cui l’Organizzazione è proprietaria;
*da quote associative;
*contributi pubblici e privati;
*ogni tipo di entrate espressamente previste dalla legge;
*da sovvenzioni liberali;
*da valore delle cessioni gratuite (proventi figurativi);
È vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi,
riserve economiche o capitale durante la vita dell’Organizzazione ai sensi
dell’Art. 8 comma 2 del D.Lgs. 117/2017, salvo che la destinazione o distribuzione
non siano imposte dalla Legge.
Il patrimonio dell’Organizzazione, comprensivo di ricavi, rendite, proventi e ogni
altra eventuale tipologia di entrata è utilizzato per lo svolgimento delle attività statutarie
ai fini dell’esclusivo perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità
sociale del presente Statuto.


Art. 10 BILANCIO
L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.
Il Consiglio Direttivo deve redigere il bilancio consuntivo.
Il bilancio consuntivo deve essere approvato dall’Assemblea Ordinaria dei Soci ogni
anno entro il mese di aprile. Esso deve essere inviato a tutti i soci via Posta Elettronica
Certificata (PEC) ovvero con qualsiasi altro mezzo idoneo ad assicurare la
prova dell’avvenuto ricevimento entro sette giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni associato.
L’Organizzazione si avvale, per la predisposizione, gestione e stesura dei bilanci contabili, delle prestazioni professionali di commercialisti iscritti nei relativi Albi professionali, i quali, secondo quanto previsto dalla legge, si assumono ogni responsabilità relativa all’esercizio dell’attività dai medesimi svolta.
L’Organizzazione provvede al pagamento dei compensi dovuti per tali prestazioni professionali.
L’Organizzazione non prevederà il bilancio preventivo, essendo guidata dalle delibere del Consiglio Direttivo che ne gestirà le disponibilità economiche basandosi solo sulle risorse economiche e/o patrimoniali effettive dell’Ente.


Art. 11 GLI ORGANI SOCIALI
Gli Organi dell’Organizzazione sono:
* l’Assemblea dei Soci
* il Consiglio Direttivo
* il Presidente
L’Organizzazione, inoltre, si riserva la possibilità di avvalersi della figura professionale
del revisore dei conti (o più figure), solo nei casi previsti dalla Legge, ed automaticamente
del diritto di dotarsi di tale organo di controllo per verificare, l’osservanza
delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale e per vigilare
sull’osservanza dello Statuto dell’Organizzazione e delle Leggi in vigore, sempre e
solo nei casi previsti dalla Legge.
Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a titolo gratuito, fatto salvo quanto
previsto per la carica di Presidente dell’Art.15 dell’attuale Statuto, ed in più per le
cariche dei componenti del Consiglio Direttivo che ricopriranno le mansioni aggiuntive,
in corrispondenza delle nuove finalità ed attività dell’Organizzazione, assumendo
tali determinate e precise responsabilità di gestione di questi nuovi compiti
che dovranno svolgere e gestire previa precisa delibera unanime dell’Assemblea
del Consiglio Direttivo, nella quale dovrà essere specificato il compito e mansione
aggiuntiva, le responsabilità e doveri di svolgimento di essi, con relativa delibera
della cifra della retribuzione e/o possibile assunzione di tali membri del Consiglio
Direttivo da parte dell’Organizzazione in corrispondenza a queste possibili nuove
necessità statutarie. La durata di queste delibere del Consiglio Direttivo, per le sopracitate
mansioni aggiuntive di competenza e relative retribuzioni e/o assunzioni
dei membri del Consiglio Direttivo, sarà terminata o rinnovata automaticamente
con la rielezione della persona incaricata e/o responsabile delle mansioni aggiuntive
nel proprio mandato senza necessità di altre delibere in merito.
Le cariche dei membri del Consiglio Direttivo hanno la durata di tre anni e hanno
diritto di essere riconfermate dall’Assemblea dei Soci a loro scadenza senza limiti
di tempo e dei rinnovi dei singoli mandati.


Art. 12 L’ASSEMBLEA DEI SOCI
L’Assemblea dei Soci è il momento fondamentale di dialogo, mirata ad assicurare
la partecipazione, comunicazione e gestione dell’Organizzazione, rafforzando l’Unione
degli artisti ed esponenti della cultura iscritti nell’Organizzazione.
L’Assemblea è composta da tutti i Soci, ognuno dei quali ha diritto ad un voto,
qualunque sia il valore della quota.
L’Assemblea può essere ordinaria e/o straordinaria: è convocata dal Presidente almeno
una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria
o sia richiesta dal Consiglio Direttivo o da almeno un decimo degli associati.
All’apertura di ogni seduta l’Assemblea deve avere un Presidente ed un Segretario
di quella specifica adunanza per la sottoscrizione del verbale.
L’Assemblea è convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo con Posta Elettronica
Certificata (PEC), ovvero con qualsiasi altro mezzo idoneo ad assicurare la
prova dell’avvenuto ricevimento, spedita almeno sette giorni prima di tale Assemblea.
La convocazione deve contenere luogo, data e ora dell’Adunanza e l’ordine del giorno.
Delle delibere assembleari deve essere data comunicazione a tutti i Soci con Posta
Elettronica Certificata (PEC), ovvero con qualsiasi altro mezzo idoneo ad assicurare
la prova dell’avvenuto ricevimento.
I Soci hanno diritto, in caso di impossibilità di presenza, di delegare la propria partecipazione
all’Assemblea specificando il nome e cognome del Socio delegato, come
da Art. 6 del presente Statuto.
I componenti del Consiglio Direttivo si astengono nella votazione di approvazione
del bilancio consuntivo all’Assemblea dei Soci, e nelle elezioni e/o rielezioni delle proprie nomine.
Nel caso di responsabilità e/o mancanze (di qualunque tipo) davanti all’Organizzazione,
nelle relazioni sulle attività svolte che riguardano uno o più Soci responsabili,
tale Socio o più Soci devono astenersi al voto sulle votazioni pertinenti.
L’Assemblea Ordinaria:
* elegge il Consiglio Direttivo;
* approva il bilancio consuntivo;
* approva il regolamento interno;
* approva l’espulsione del socio proposta dal Consiglio Direttivo;
In prima convocazione l’Assemblea Ordinaria è valida se è presente la maggioranza
dei Soci e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione
la validità prescinde dal numero dei presenti.
L’Assemblea Straordinaria:
* approva eventuali modifiche allo Statuto;
* scioglie l’Organizzazione e ne devolve il patrimonio in conformità alla Legge.
L’Assemblea Straordinaria delibera in prima convocazione con la presenza e col
voto favorevole della maggioranza dei Soci e in seconda convocazione la validità
prescinde dal numero dei presenti.
Ai sensi dell’Art. 21, ultimo comma, del Codice Civile, per deliberare lo scioglimento
dell’Organizzazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole
di almeno i tre quarti degli associati.
La discussione e le deliberazioni delle assemblee ordinaria e/o straordinaria sono riportate
in appositi verbali redatti dal Segretario o, in sua assenza, da un socio prescelto
dal Consiglio Direttivo e in accordo con tutti i Soci presenti a quella specifica
Assemblea. Il verbale, sottoscritto dal Presidente e dal Segretario, viene redatto
su un apposito registro conservato a cura del Segretario.
Ogni Socio ha diritto di consultare i verbali delle Assemblee e di chiederne, a proprie
spese, una copia.


Art. 13 IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Organizzazione.
È composto da un minimo di quattro ad un massimo di cinque membri eletti
dall’Assemblea fra i propri componenti. Esso è validamente costituito quando sono
presenti 3 (tre) dei suoi componenti. I membri del Consiglio Direttivo svolgono la
loro attività gratuitamente, salvo l’Art.15 del presente Statuto e le delibere del Consiglio
Direttivo come dall’Art. 11 del presente Statuto.
Il Consiglio Direttivo ha inoltre il compito di deliberare l’apertura del portale/sito
web internazionale descritto nelle attività e finalità del presente Statuto (Art. 3 e Art. 4).
Il Consiglio Direttivo opera in attuazione delle finalità del presente Statuto, nonché
delle delibere dell’Assemblea dei Soci per la quale si impegna e dalla quale può essere revocato.
Ogni decisione del Consiglio Direttivo deve essere approvata con l’unanime consenso
di tutti i suoi cinque componenti, avvalendosi anche del diritto di delega del
proprio voto ad altro componente del Consiglio Direttivo, potendo rilasciare la propria
delega nel Libro vidimato "Verbali Consiglio Direttivo".
La durata della carica di ogni membro del Consiglio Direttivo è di tre anni, con diritto
di rieleggibilità per ciascuno di essi senza limiti di tempo dei rinnovi del mandato.
Nel caso di gravi malattie od altre impossibilità di svolgimento del ruolo statutario
di uno dei membri del Consiglio Direttivo è possibile delegare ad altro membro del
Consiglio Direttivo il proprio voto per la durata massima di sei mesi.
Nel caso in cui uno dei componenti del Consiglio Direttivo venga a mancare per decesso,
dimissione o per impedimento e/o non può essere presente alle attività
dell’Organizzazione dopo il periodo di attesa della suo ritorno superiore ai sei mesi,
il Consiglio Direttivo ha il diritto di continuare ad esercitare il potere amministrativo
anche al totale di quattro membri, ed uno di questi quattro componenti del
Consiglio Direttivo potrà, in aggiunta alla propria carica, svolgere la carica del
membro mancante, fino alla scadenza del mandato del Consiglio
Direttivo della durata di tre anni.
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta ogni tre mesi ed è convocato:
* dal Presidente;
* da almeno due componenti del Consiglio Direttivo su richiesta motivata, comunicata e sottoscritta via Posta Elettronica Certificata (PEC);
* su richiesta motivata, comunicata e sottoscritta via Posta Elettronica Certificata (PEC) di almeno il trenta per cento dei Soci.
Le candidature proposte a ricoprire gli incarichi dei componenti del Consiglio Direttivo,
le quali sono Presidente, Vicepresidente, Segretario, Consigliere e Divulgatore
Culturale, nella votazione dei Soci per le nomine dei componenti del Consiglio
Direttivo, dovranno dimostrare le precise esperienze e qualità documentate ed approvate
per le specifiche mansioni sopracitate per le quali si propongono, come da
Art. 15, Art. 16, Art. 18, Art. 19 e Art. 20 del presente Statuto.
Inoltre i soci pretendenti alle cariche del Consiglio Direttivo devono far parte
dell’Organizzazione in qualità di Soci da almeno 24 (ventiquattro) mesi prima di avere
tale diritto di nomina, dimostrando così il contributo concreto, generoso ed attivo
dedicato al raggiungimento delle finalità dell’Organizzazione con la propria costante
ed altruistica partecipazione.


Art. 14 I POTERI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.
Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:
*predisporre gli atti da sottoporre all’Assemblea dei Soci;
*deliberare con unanimità sulle domande di ammissione degli aspiranti Soci;
*formalizzare le proposte per la gestione dell’Organizzazione;
*deliberare la quota associativa e il suo importo;
*deliberare il pagamento delle prestazioni professionali degli artisti di arti performative
(musicisti, attori e ballerini) e/o di altri professionisti occasionali che si impegnano
e collaborano nel perseguimento delle attività e/o finalità dell’Organizzazione;
*deliberare l’apertura del portale/sito web internazionale descritto nelle attività e finalità
del presente Statuto (Art.3 e Art.4) ed i compensi e/o retribuzioni alle figure
professionali che gestiscono ed aggiornano questo portale di importanza sociale internazionale
in almeno tre lingue: italiano, russo ed inglese;
*predisporre la possibilità dell’eventuale Regolamento Interno per la disciplina del
funzionamento e delle attività dell’Organizzazione da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei Soci;
*sottopone all’approvazione dell’Assemblea dei Soci il bilancio consuntivo in collaborazione
con il commercialista dell’Organizzazione e il Tesoriere.
Di ogni riunione del Consiglio Direttivo deve essere trasmesso il verbale di essa a
tutti i Soci via Posta Elettronica Certificata (PEC) ovvero con qualsiasi altro mezzo
idoneo ad assicurare la prova dell’avvenuto ricevimento.

 

Art. 15 IL PRESIDENTE
Il Presidente dura in carica 3 (tre) anni ed è il legale rappresentante dell’Organizzazione
a tutti gli effetti, che può essere rieletto senza limiti di tempo e di rinnovo del
mandato.
Il Presidente convoca e presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti gli atti amministrativi
compiuti dall’Organizzazione, può aprire e chiudere conti correnti bancari
e postali e procedere agli incassi, ed è autorizzato a eseguire incassi e accettazione
di donazioni di ogni natura a qualsiasi titolo da Pubbliche Amministrazioni,
da Enti e da Privati.
Il Presidente ha la facoltà di nominare avvocati e procuratori nelle liti attive e passive
riguardanti l’Organizzazione davanti a qualsiasi Autorità Giudiziaria e Amministrativa.
Il Presidente conferisce ai Soci procura speciale per la gestione di attività varie.
Il Presidente è il coordinatore di tutte le attività dell’Organizzazione, e assume il
ruolo di amministratore dell’Organizzazione in costante comunicazione con i membri
del Consiglio Direttivo, e può assumere, contemporaneamente, anche l’incarico
del Tesoriere con il supporto di figure professionali di commercialisti come da Art.
17 del presente Statuto.
Ad ogni Presidente in carica è riconosciuto il compenso e/o retribuzione mensile
netta proporzionata all’attività svolta a favore dell’Organizzazione, il cui importo
non potrà mai essere superiore ad Euro 1.000 (mille).
Il Presidente ha esperienza riconosciuta nel campo artistico, musicale e/o culturale,
e si impegna attivamente e generosamente per il perseguimento delle finalità ed attività
del vigente Statuto, monitorando la comunicazione con i Soci e con tutti gli artisti
ed esponenti della cultura, promuovendo i valori dell’Organizzazione di Unione
artistico-culturale e l’importanza della funzione Sociale dell'arte e della cultura.
L’attuale Presidente in carica, fondatrice dell’Organizzazione in data 1° giugno
2019, è cantante lirica diplomata in data 26 settembre 2008 al Conservatorio “G.
Verdi” di Milano, pluripremiata ai numerosi concorsi lirici internazionali, ed è perito
ed esperto iscritto nel Registro della Camera di Commercio di Milano delle
sub-categorie 001 traduttori, 01B interpreti e 106 russo (della lingua russa), con
competenze linguistiche nelle lingue italiana e russa di livello bilingue, con il numero
di iscrizione all’Albo ***MI-3341***, (nel RUOLO PERITI ED ESPERTI) alla
Camera di Commercio di Milano, ed è perciò responsabile della comunicazione ufficiale,
scritta e verbale, in lingua russa o tradotta dalla lingua russa pubblicata e trasmessa dall’Organizzazione.
Essendo ideatrice, organizzatrice e donatrice del portale/sito web internazionale artistico-
culturale di Unione degli artisti e degli esponenti della cultura di importanza
sociale, presente negli Art. 3 e 4 del presente Statuto, controlla inoltre la corretta
traduzione dei contenuti nella (e dalla) lingua russa dall’apertura dello stesso.
Il Presidente con le proprie competenze ed amore per l’Organizzazione si impegna
all’accrescimento patrimoniale, sociale, culturale ed artistico dell’Organizzazione.
Nei casi di urgenza il Presidente ha il diritto di convocare l’Assemblea del Consiglio
Direttivo e/o Assemblea Ordinaria dei Soci tre giorni prima della stessa via Posta
Elettronica Certificata (PEC) o telegramma postale.
In caso di assenza, impedimento, malattia o di cessazione, le relative funzioni del
Presidente sono svolte dal Vicepresidente: in questo caso, di fronte ai Soci, ai terzi
e a tutti i Pubblici Uffici la firma del Vicepresidente fa piena prova dell’assenza per
impedimento del Presidente.
Nel caso di decesso dell’attuale Presidente dell’Organizzazione, Anna Lapshina, o
di elezione di qualunque altra persona al posto di essa, l’Organizzazione si impegna
automaticamente a cambiare la sua Sede, essendo vincolata al domicilio di Anna
Lapshina.


Art. 16 IL VICEPRESIDENTE
Il Vicepresidente ha tutti i poteri del Presidente e ne svolge le relative funzioni qualora
delegato dallo stesso, oppure previo specifico accertamento del Consiglio Direttivo
in caso di impedimento del Presidente per il periodo necessario in attesa di
ripresa delle funzioni da parte del Presidente.
Il Vicepresidente è la figura di totale fiducia e stima dell’Organizzazione e del Consiglio
Direttivo, con dimostrata esperienza nel campo artistico e/o culturale, comprovata
e documentata.
Per le attività e responsabilità aggiuntive del presente Statuto, in caso di necessità
dell’Organizzazione, il Vicepresidente potrà avere la retribuzione per le nuove mansioni
nel caso di unanime delibera del Consiglio Direttivo.


Art. 17 IL TESORIERE
Il tesoriere gestisce l’attività finanziaria dell’Organizzazione, su istruzioni del Presidente
opera tramite la cassa e i conti correnti, avvalendosi di prestazioni professionali
di commercialisti iscritti nei relativi Albi professionali per la gestione della
contabilità finanziaria e patrimoniale, la predisposizione, gestione e stesura dei bilanci
contabili consuntivi, da sottoporre al Consiglio Direttivo.
Tali professionisti commercialisti iscritti nei relativi Albi professionali, secondo
quanto previsto dalla legge, si assumono ogni responsabilità relativa all’esercizio
dell’attività dai medesimi svolta. L’Organizzazione provvede al pagamento dei
compensi dovuti per tali prestazioni professionali.


Art. 18 IL SEGRETARIO
Il Segretario è incaricato e responsabile delle seguenti mansioni e compiti:
*redige i verbali delle Assemblee dei Soci e del Consiglio Direttivo;
*cura la conservazione della documentazione associativa;
*spedisce i verbali delle Assemblee a tutti i Soci via Posta Elettronica Certificata
(PEC) ovvero con qualsiasi altro mezzo idoneo ad assicurare la prova dell’avvenuto
ricevimento;
*compila i Libri Vidimati e ne risponde della corretta compilazione;
*aiuta nelle attività dell’Organizzazione, anche in qualità di presentatore;
*sostiene il Presidente nella coordinazione di tutte le attività, nella loro programmazione,
esecuzione e successive operatività;
*fornisce supporto informatico, logistico ed altro, di cui ha competenze specifiche
e comprovate, su indicazione del Presidente e del Consiglio Direttivo.
Il Segretario è, inoltre, il responsabile Ufficiale di Protezione dei Dati (Data Protection
Officer) DPO dell’Organizzazione, in conformità al GDPR 2018 e sue successive
modifiche.
Il Segretario ha competenze linguistiche nelle lingue italiana ed inglese di livello bilingue,
ed è responsabile di ogni traduzione, adattamento e comunicazione ufficiale,
scritta e verbale, in lingua inglese o tradotta dalla lingua inglese pubblicata e trasmessa
dall’Organizzazione.
Inoltre, il Segretario deve essere in grado, dalla decisione unanime del Consiglio
Direttivo, dall’apertura del portale/sito web artistico-culturale di unione degli artisti
ed esponenti della cultura contemporanea come da Art. 3 e Art. 4 del presente Statuto,
di gestire l’aspetto informatico e linguistico sia in lingua inglese che in lingua
italiana, o di traduzioni dalla lingua inglese alla lingua italiana, del sopracitato portale
dell’Organizzazione, per le quali avrà diritto a partire dalla delibera unanime
del Consiglio Direttivo di tale retribuzione e/o assunzione.
Ad ogni Segretario in carica spetta il dovere di aggiornamento del sito web dell'Organizzazione
in lingua italiana e la traduzione e l'aggiornamento dei contenuti, del
medesimo sito, anche in lingua inglese.


Art. 19 IL CONSIGLIERE
Il Consigliere deve avere qualifica di musicista professionista approvata e documentata
da titolo di studio e riconoscimenti nell’ambito musicale, i quali lo rendono
esponente della cultura ed incaricato delle proposte e/o approvazioni dei musicisti
e/o cantanti che partecipano ad ogni iniziativa dell’Organizzazione e/o attività
musicale dell’Organizzazione.
Il Consigliere è, inoltre, il portavoce nell’ambito musico-culturale dell’Organizzazione.
Per le attività e responsabilità aggiuntive presenti nell’Art. 3 e Art. 4 del presente
Statuto, in caso di necessità dell’Organizzazione, il Consigliere potrà avere la retribuzione
per le nuove mansioni nel caso di unanime delibera del Consiglio Direttivo.


Art. 20 IL DIVULGATORE CULTURALE
Il Divulgatore Culturale è uno storico e/o critico d’arte con approvato e documentato
titolo di studio e comprovate pubblicazioni nell’ambito dell’arte visiva.
Il Divulgatore Culturale ha i seguenti incarichi:
*stesura degli articoli di divulgazione culturale per conto dell’Organizzazione;
*promozione e divulgazione delle attività e finalità dell’Organizzazione;
*promozione degli artisti che partecipano e collaborano nelle attività dell’Organizzazione;
*interventi e/o comunicazioni verbali e scritti mirati a valorizzare la valenza sociale
delle iniziative dell’Organizzazione nelle sue attività per il raggiungimento delle
finalità del presente Statuto;
*ricercatore dei talenti d’arte visiva contemporanea;
Inoltre il Divulgatore Culturale deve essere in grado, dalla decisione unanime del
Consiglio Direttivo dell’apertura del portale/sito web internazionale artistico-
culturale di unione degli artisti e degli esponenti della cultura contemporanea come
da Art. 3 e Art. 4 del presente Statuto, di gestire la redazione ed i contenuti artistici
ed editoriali del portale nella carica di redattore, editore e di critico d’arte ufficiale
del sopracitato portale dell’Organizzazione, per le quali avrà diritto a retribuzione
e/o assunzione come da Art. 11 del presente Statuto a partire dalla delibera unanime
del Consiglio Direttivo di tale retribuzione e/o assunzione.


Art. 21 SCIOGLIMENTO DELL’ORGANIZZAZIONE
E DEVOLUZIONE DEL PATRIMONIO

Lo scioglimento dell’Organizzazione potrà essere deliberato ai sensi dell’Art. 12
del presente Statuto, dai Soci convocati in Assemblea Straordinaria. L’Assemblea
che delibera lo scioglimento dell’Organizzazione nomina uno o più liquidatori e delibera
sulla destinazione del patrimonio che residua dalla liquidazione stessa secondo
le disposizioni che seguono.
La devoluzione del patrimonio, in qualunque caso di scioglimento, per qualunque
causa, sarà effettuata con finalità di pubblica utilità secondo le disposizioni vigenti
di Legge, a favore di Associazioni con finalità similari, sentito l’organismo di controllo
di cui all’Art.3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n.662, e salvo diversa
destinazione prevista dalla Legge.


Art. 22 CONTROVERSIE
Tutte le eventuali controversie sociali tra associati e tra questi e l'Organizzazione o
suoi Organi, saranno sottoposte, in tutti i casi non vietati dalla Legge e con esclusione
di ogni altra giurisdizione, alla competenza di un collegio di tre Probiviri da nominarsi
dall'Assemblea dei Soci; essi giudicheranno ex bono et aequo senza formalità
di procedura.
Il loro lodo sarà inappellabile.

 

Art. 23 ORGANO DI CONTROLLO / REVISORE LEGALE
L’Organizzazione si riserva la possibilità di dotarsi di un organo di controllo nella
figura del revisore legale o di più revisori, nei casi previsti dalla Legge, che verifichi
l’osservanza delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, vigilando
sull’osservanza della Legge e del presente Statuto.
Nei casi previsti dalla Legge, la revisione legale dei conti potrà essere attribuita
all’organo di controllo costituito da revisori legali iscritti nell’apposito registro, salvo
il caso in cui l’Assemblea dei Soci deliberi la nomina di un revisore legale dei
conti o una società di revisione, iscritti nell’apposito registro.


Art. 24 PROFESSIONISTI E CONSULENTI
L'Organizzazione potrà valersi, ove ritenuto necessario dai competenti organi, anche
di professionisti esterni e consulenti, in ogni campo specifico. In particolare,
per la predisposizione del bilancio e di tutte le scritture contabili, l'Organizzazione
si avvarrà delle prestazioni professionali di commercialisti iscritti nei relativi Albi
professionali, i quali, secondo quanto previsto dalla Legge, assumeranno ogni responsabilità
relativa all'esercizio dell'attività dai medesimi svolta. I competenti organi
dell'Organizzazione sono sin d'ora senz'altro facoltizzati a provvedere al pagamento
dei compensi dovuti per la prestazione delle opere professionali.
Inoltre, dalla decisione unanime del Consiglio Direttivo dell’apertura del portale/sito
web internazionale artistico-culturale di Unione degli artisti e degli esponenti della
cultura di importanza sociale come da Art. 3 ed Art. 4 del presente Statuto, l’Organizzazione
avrà il diritto di retribuzione e/o assunzione per gli incarichi aggiuntivi
delegati ad esperti, consulenti, professionisti e/o membri qualificati del Consiglio
Direttivo nella creazione, gestione ed aggiornamento del portale internazionale
sopracitato, previe delibere unanimi del Consiglio Direttivo di tali retribuzioni e/o
assunzioni.
Gli artisti di arti performative (musicisti, attori, ballerini), non avendo altri mezzi di
sostentamento che la performance stessa delle loro arti performative, saranno pagati
dall’Organizzazione con le delibere del Consiglio Direttivo per le loro prestazioni
professionali occasionali, dopo l'esecuzione di queste prestazioni professionali.


Art. 25 LIBRI SOCIALI
L’Organizzazione conserva con cura del Segretario i seguenti Libri Sociali:
*Verbali Consiglio Direttivo;
*Verbali Assemblee;
*Libro Soci;
*Registro dei Volontari (nel caso l’Organizzazione deliberasse l’entrata e la partecipazione
dei Volontari diversi dai Soci);
*Libro del Revisore Legale (che potrà essere utilizzato nei casi previsti dalla Legge);
I Verbali del Consiglio Direttivo devono essere firmati da tutti i componenti del
Consiglio Direttivo presenti alle Assemblee, previa la delega rilasciata dai membri
assenti. Ugualmente, i Verbali delle Assemblee dei Soci devono essere firmati da
tutti i Soci presenti a tali singole Assemblee dei Soci, con diritto di delega come da
Art. 6 del presente Statuto.


Art. 26 VOLONTARI
L’Organizzazione, previa delibera unanime dell’Assemblea dei Soci, si riserva il diritto
di deliberare l’entrata e la partecipazione di Volontari diversi dai Soci dell’Organizzazione,
nel perseguimento delle attività e finalità statutarie. Solo successivamente
a tale delibera unanime i Volontari non occasionali prescelti saranno assicurati
per malattia, infortunio e responsabilità civile.


Art. 27 DISPOSIZIONI FINALI
Per tutto ciò che non è espressamente previsto si rinvia alle disposizioni contenute
nel codice civile e nelle leggi vigenti in materia.
L'Organizzazione, con il consenso unanime di tutti i membri del Consiglio Direttivo,
che deve comprendere il voto personale del Presidente e non di un suo delegato,
si riserva il diritto di richiedere il riconoscimento e, quindi, l'acquisto della personalità
giuridica per l’Organizzazione. In questo caso e nelle disponibilità economiche
del Presidente dell’Organizzazione, i mezzi finanziari necessari per ottenere
tale riconoscimento di personalità giuridica per l’Organizzazione saranno messi a
disposizione dal Presidente dell'Organizzazione che ha votato il consenso.